Help

jakob-lorber.cc

Capitolo 3 Spiegazione di Testi Biblici

5. E vedete così è anche per un uomo risvegliato dalle leggi dell'Amore! Egli è un edificio su una roccia. I venti che vengono a colpire l'edificio e lo asciugano e lo rendono assetato, sono le nobili brame di conoscere sempre di più il primo Costruttore di tutte le cose per potere, mediante tale conoscenza, crescere nell'amore per Lui. L'acquazzone che segue dopo sono le Opere che l'assetato riceve da leggere. Con bramosia egli le assorbe in sé e sempre si accorge che, a causa del loro influsso, le connessure che in lui sono ancora vuote e disunite, man mano vengono riempite e rese solide. E allora quanto più l'acquazzone cade su questo edificio, tanto più solido diventa l'edificio dopo ogni acquazzone.

6. Ma quale altro effetto hanno invece i venti e gli acquazzoni sull'edificio che era stato costruito in basso su soffice sabbia! Se là arrivano i venti e urtano l'edificio non saldo, lo scuotono e poi vengono le acque causate dalla pioggia scrosciante, allora per l'edificio è anche la fine. Poiché i venti sbriciolano i muri spesso già abbondantemente crepati, in cui la causa delle crepe e delle spaccature è il cattivo terreno; e se viene poi l'acqua, essa con poca fatica butta giù tutto l'edificio e lo trascina in qualche vicino fiume della rovina.

7. Penso dunque che anche questo possa essere chiaro come un sole centrale! Poiché un uomo che non ha neppure un'idea di una preparazione spirituale, deve evidentemente andare in rovina, se fa venire su di sé i venti spirituali e l'acquazzone spirituale apposta con il proposito che questi debbano fare di lui un solido edificio ovvero un uomo spiritualmente sapiente e saldo.

Capitolo 3 Visualizzazione mobile Contatti